31 dicembre 2006, si avvicina la festa che odio di piu’: capodanno.

Il 2006 finisce oggi: che anno!

Come dice il Colombo la vita puo’ essere bella o brutta, ma deve essere intensa, e sotto questo punto di vista nel 2006 ne sono successe veramente tante!

Gia’ il 1 gennaio 2006 faceva presagire un anno impegnativo, a sciare a Chiesa Valmalenco con AC e Moreno.

Si e’ proseguito con un week-end cultural-gastronomico a Firenze con Ac, la Fede e il Max, nel quale abbiamo visitato la citta’ e ristoranti mezzogiorno e sera, col gran finale a Montalcino ringraziando il cielo di essere italiani. Ancora oggi nessuno ha avuto il coraggio di fare i conti di quanto ci sono costati quei giorni toscani.

A fine gennaio 4 giorni vicino a Cortina sulle Dolomiti col CAI insieme a Lele e Cannone, ma soprattutto la telefonata del 31 gennaio.

Il 31 gennaio 2006 ho ricevuto la telefonata che mi ha cambiato i programmi, quella in cui mi hanno chiesto se ero interessato ad una opportunita’ di lavoro ad Amsterdam. Dal primo istante ho fortemente voluto quel lavoro, e ho iniziato la lunga trafila (colloqui telefonici, giornata di colloquio ad Amsterdam, valutazione dell’offerta, e gestione delle complicazioni 🙂 ) che mi ha portato ad iniziare una nuova avventura pieno di entusiasmo.

Gli ultimi mesi in Italia, e i primi in Olanda sono stati davvero indimenticabili. In Italia ho sentito vicine tante persone speciali e ho capito tante cose su me e sugli altri, in Olanda l’effetto novita’ mi ha galvanizzato e ancora oggi a dire il vero dopo 7 mesi e mezzo mi sento ancora nella fase del “e’ tutto bello”.

Tornando indietro,a febbraio stage di SALSA a Salo’ con AC e Paul.

Con l’arrivo della primavera sono iniziati i giri ScreamBikers, un gruppo che davvero ho lasciato a malincuore visto che non avevo mai trovato un persone cosi’ amichevoli, divertenti e capaci di fare gruppo.

Poi la grande festa di arrivederci che sara’ indimenticabile e non solo per me 🙂

E poi il trasloco, la ricerca della casa, ambientarsi col nuovo lavoro, conoscere gente qui, ballare tantissimo SALSA, avere occasioni inaspettate, correre e correre fino a fare la mezza maratona, tornare a casa a Novembre e poi a Natale.

Insomma tante emozioni intense e tante cose positive nel 2006, difficile pensare a qualcosa che sia stato da cambiare ma e’ anche difficile pensare che possa essere sempre cosi’… insomma si’, penso che i momenti difficili arriveranno prima o poi e devo essere pronto ad affrontarli.

Good bye 2006!

Good bye 2006
Rate this post

Written by Daniele
Hi, I’m Daniele! In April 2012 I quit my full-time IT job to pursue entrepreneurship and a location independent lifestyle.