Con un bel po’ di ritardo ecco il resoconto della giornata…
Partenza alle 8 io e il mio amico MaxCere, che e’ venuto a trovarmi qualche giorno, in treno da Amsterdam sono 2 ore con un cambio.


Sul treno incontriamo 3 italiani di Pavia, dei tipi veramente pessimi che vanno a vedere tutte le gare di motomondiale ma non sanno neanche che Biaggi non corre piu’…

Arrivati al TEMPIO, che e’ in mezzo alla campagna completamente piatta, entriamo nel circuito.
La RITZLA regalava all’ingresso un pacchetto di cartine a testa, quando sono arrivato io la scatola era finita e il tipo non riusciva ad aprirne un’altra, cosi’ me l’ha data INTERA (ora ho 100 pacchetti di cartine arancioni, se qualcuno e’ interessato…)

00015.jpg


Ma e’ tempo di cercare un posto. Abbiamo il biglietto dei BARBONI, quello da stare in piedi, e ci sono solo alcuni punti in cui possiamo metterci.
Ci piazziamo su una collinetta artificiale da cui riusciamo a vedere un lungo curvone a dx dopo la partenza, seguito da una curvettina a sx… con un maxischermo non troppo lontano… niente male!!!
Ci separiamo dagli italiani pessimi perche’ ci dicono (testuali parole):
“eh ma sono le 12 noi non stiamo qua in piedi 2 ore, andiamo laggiu’ dove c’e’ il rettilineo a sederci, tanto si sa che alla fine non si vede niente noi veniamo qui solo per l’atmosfera e le gnocche…”
PESSIMI! hahaha
Ok noi facciamo in tempo a vedere il giro d’onore della 125 e poi ci creiamo con i sacchetti dei panini qualcosa dove sederci.
Arriva la 250, occhi puntati su DOVI che e’ terzo ma non riesce ad avvicinare DeAngelis, ma poco male!
Sale la tensione, in pista arrivano degli stuntman che con le classiche impennate paura e stoppies da panico… fino a quando uno non fa un burnout con la moto in verticale.
Ma la tensione sale ed arriva il momento dell’ingresso delle MotoGP, passa nel giro d’allineamento Valentino Rossi e tutti ad applaudire e a urlare! Fino all’ultimo non si sapeva se avesse corso dopo l’incidente.
Beh il tifo era tutto per lui, durante la gara ad ogni giro tutti a far casino quando passava Lui, e’ incredibile quanto la gente gli vuole bene, e’ una cosa che va al di la’ della nazionalita’ o del nazionalismo, ALTRO CHE IL CALCIO!!!!
Parte la gara, beh la prima cosa da dire e’ che non avevo mai sentito il rumore dal vivo, e non c’entra veramente niente con le 125 e le 250!!!
Fanno davvero un rumoraccio, e in curva e’ poco, ma quando aprivano nel rettilineo si sentiva un frastuono!

00031.jpg

Spettacolo, la gara procede, Edwards sta facendo faville ma Hayden pian piano recupera posizioni. Grande Hopkins, Melandri non riesce a dare di piu’ e neanche Capirex ma sono malconci.
All’ultimo giro tutti in piedi a guardare il maxischermo, all’ultima curva tutti ad urlare con le mani al cielo e non siamo riusciti a vedere cosa era successo ad Edward!!!
L’abbiamo capito dopo un po’, peccato!
Al giro d’onore abbiamo visto qualche impennata paura, la TV toglie il senso della velocita’ in realta’ passano in monoruota ad almeno 140km/h!!

La passione per Rossi va oltre ogni limite, oltre ogni nazione...

Uscendo becchiamo un tipo olandese con un super tatuaggio a colori sulla schiena di Valentino Rossi in sella alla Yamaha: un mito o un pazzo?
e se va alla Ducati??

Qui le foto:

2006-06-23 Assen-TT
Motomondiale ad ASSEN, nel TEMPIO!
Rate this post

Written by Daniele
Hi, I’m Daniele! In April 2012 I quit my full-time IT job to pursue entrepreneurship and a location independent lifestyle.